Ne ha dette di tutti i colori il Buffon nazionale. Nei giorni precedenti la partenza della squadra italiana per gli Europei di calcio, il portierone della Juventus, investito dallo scandalo del calcio scommesse, ha reagito con sdegno attaccando giornalisti e giudici. Poi è saltata fuori di nuovo la vecchia storia che lo vuole grande scommettitore. Ora: il regolamento del calcio vieta ai calciatori di scommettere. Giusto? Non giusto? Non lo so. So solo che lo vieta forse per un motivo elementare: se scommetti sei portato a fare in modo che il risultato sia simile a quello della tua scommessa. Ma il caso di Buffon è un po’ diverso. Il portiere della nazionale non è un semplice scommettitore. E’ uno scommettitore compulsivo. Scommette un casino di soldi. E allora uno pensa: speriamo che vinca perché se perde perde un casino di soldi. E l’estremo difensore di una squadra, se per ipotesi assurda fosse coperto di debiti, potrebbe essere sospettato di qualsiasi cosa. Ingiustamente, ma sarebbe sospettato. Conoscete la storia della moglie di Cesare, no? Alla prima papera tutti a pensar male. “Di che stiamo parlando?” ripeteva fino alla noia durante la conferenza stampa. “Di che stiamo parlando? I soldi sono miei e ne faccio quello che voglio. Di che stiamo parlando?” Stiamo parlando, caro Gigi, di saggezza, senso del limite, di opportunità, di prudenza.
PS Però, lasciatemelo dire, due squadre italiane sono finanziate da due grosse compagnie di scommesse. Il calcio pubblicizza le scommesse, cioè spinge a scommettere. Di che stiamo parlando?

[csf ::: 06:59] [Commenti]
Share
  

A Torino i magistrati che indagano sulle scommesse hanno sentito il dirigente italiano del sito web inglese Eurobet. Oggi in Internet si può scommettere praticamente su tutto. Ed è quello che faceva Gianluigi Buffon, il portiere della nazionale italiana. Tutto legittimo. O meglio, sarebbe legittimo per me e per voi. Ma un calciatore non può scommettere secondo la legge sportiva. Buffon si difende con vigore: da quando è vietato, non ho più scommesso. Per questo i giudici hanno chiesto ad Eurobet di cercare le scommesse di Buffon. Ma Eurobet dice che non può perché non conosce l’username usato da Buffon. A volte la gente si complica la vita. Basterebbe che Buffon avesse detto ai giudici: questo è l’username che ho usato, controllate, vedrete che ho ragione. Ma voi lo sapete come sono i portieri. Si dimenticano le cose più elementari.

[csf ::: 12:04] [Commenti]
Share