Fabrizio Rondolino sulla Stampa esamina il rapporto fra D’Alema e la barca. L’Ikarus di D’Alema, dice Rondolino, è rimasto impelagato nel moralismo guardone. Scrive su Vanity Fair: centinaia di migliaia di italiani hanno una barca, ma solo quella di D’Alema fa scandalosa notizia. Rondolino è un signore molto snob. Usa la parola “barca” come i veri signori per indicare yacht di 20/30 metri. Lo fa perché è ora di finirla di usare parole inglesi quando abbiamo tanto bene le corrispondenti italiane. Ma io voglio dargli una mano. Quello che dispiacque agli italiani non fu il mero possesso della barchetta, quanto il tremendo servizio fotografico che diffuse l’immagine del leader quasi maximo al timone neanche fosse Gianni Agnelli. Rondolino dovrebbe ricordare quel servizio: lo aveva inventato e realizzato proprio lui.

[csf ::: 08:37] [Commenti]
Share