Esistono i grandi problemi, quasi sempre quelli che interessano molte persone, e i piccoli problemi, molto spesso quelli che interessano poche persone. Io sono frequentemente appassionato dai piccoli problemi che nascondono sovente grandi problemi. Per esempio Giovanna Giugni, combattente politica molto agguerrita a Trento, segnala la singolare abitudine degli organizzatori del Festival dell’Economia di riservare una enorme quantità di posti delle manifestazioni a vip, figli di vip, parenti di vip, amici di vip, lasciando in piedi o addirittura fuori dalle sale molte persone che si sono messe in fila anche ore prima. Piccolo problema, e’ vero, ma c’è molta differenza fra una ingiustizia piccola ed una ingiustizia grande per chi questa ingiustizia la subisce? E se a bordo di un treno esiste una sola toilette, e questa toilette non funziona, come è successo a me ieri, questo problema è piccolissimo per voi ma grandissimo per me, non vi pare? La corsa generale ad infilarsi nella morte di Pannella, forse non è nemmeno un problema, forse è solo un problema di estetica. Ma la corsa, postuma, ad infilarsi nel suo letto, senza che lui possa dire più niente? Ho letto con disgusto il racconto di chi ha ricordato una notte passata sotto le stesse lenzuola e delle mani che cercavano, che toccavano…Che schifo.
PS. Gentile signor Hofer, sono orgoglioso di averle scritto quella lettera augurando agli austriaci la riconquista del buonsenso. Lo so, non sono stato determinante per la sua sconfitta. Ma il mio granellino…

[csf ::: 08:57] [Commenti]
Share