Ci avessi capito qualcosa. Il dramma pugliese. Che cosa voleva Emiliano? Che cosa voleva Vendola? Emiliano voleva essere il candidato del centro sinistra alle regionali. Vendola anche. E voleva le primarie. Ma Emiliano non era quello che aveva voluto le primarie la volta scorsa? E non aveva sostenuto Vendola la volta scorsa? E non lo aveva sostenuto fino a poco tempo fa? E allora perché Vendola era diventato il “traditore”? Emiliano diceva: perché Vendola non mi ha sostenuto nel partito. Vendola rispondeva: ma il partito è suo, mica mio, siamo in partiti diversi. Poi Emiliano ha detto: va bene, se Vendola ci tiene tanto, vada per le primarie. Come se le primarie fossero una fissazione di Vendola e non un sano principio democratico. E poi Emiliano voleva anche che fosse abolita la legge regionale che impediva al sindaco di candidarsi alle regionali. Per cui avrebbe dovuto dimettersi prima delle elezioni col rischio di perdere sia comune che regione. In tutto questo navigava a vista l’Udc. L’Udc aveva deciso di appoggiare la destra a Roma e la sinistra a Bari. Ma solo se il candidato fosse stato Emiliano perché bisognava prendere le distanze dalla sinistra massimalista di Vendola. Ma se Vendola è un massimalista Madre Teresa di Calcutta era una brigatista rossa. Ci avessi capito qualcosa del dramma pugliese.

[csf ::: 19:43] [Commenti]
Share