Chi si lamenta della scomparsa di Santoro dai teleschermi è veramente in mala fede. Perché Michele è stato sostituito da colleghi di grande valore giornalistico, in grado di condurre programmi di vero servizio pubblico e di realizzare interviste che lasciano il segno sul malcapitato intervistato. Prendete Berti, per esempio, Batti e ribatti. Ha di fronte Silvio Berlusconi e lo massacra di domande graffianti. Tipo: “Che cosa dobbiamo aspettarci per il futuro?” Berlusconi è alle corde. Balbetta accuse alla sinistra che, se vincerà alle prossime elezioni, porrà fine all’alternanza, alla dialettica e darà inizio a un regime. Berti, pronto, di fronte ad accuse così turpi, non si trattiene e gli fa la domanda terribile: “Che cosa vorrebbe che gli italiani trovassero sotto l’albero?” Diavolo d’un Berti. Ma se fai così Santoro non tornerà mai.

[csf ::: 15:26] [Commenti]
Share