Stefania Craxi, visibilmente emozionata, si è concessa alle domande di Daria Bignardi per una “intervista barbarica”. Daria, come al solito, è stata precisa e anche pungente. Non si è lasciata andare a un facile buonismo e si è comportata da perfetta intervistatrice ricordando anche la contraddizione fra una figlia Craxi eletta in una coalizione perdente a fronte di un figlio Craxi trombato in una coalizione vincente. Un’intervista, alla fine, corretta, interessante e anche imbarazzante, come in fondo dovrebbero essere tutte le interviste. Io stesso, quando ho intervistato Stefania, ero diviso tra la voglia di approfondire, incalzare, scavando fra le contraddizioni e la tentazione di arrendermi al suo diritto di essere solo e semplicemente figlia, anzi, orfana. Poi, a Daria, ha detto: “Io, quando ho deciso di scendere in campo…”

[csf ::: 09:27] [Commenti]
Share