Io mi sento circondato da ipocrisia, luoghi comuni, correttezza politica, finzioni, perbenismo, conformismo e non ne posso più. Invece di badare al sodo ci si ferma tutte le volte alla forma. Da quando nessuno chiama più gli extracomunitari “vu cumprà” qualcosa è cambiato in meglio per loro? Siamo diventati tutti molto educati quando trattiamo male la gente. Una delle cose più ridicole che siamo costretti a vedere quando sfogliamo i giornali sono i pixel che sformano i visi dei bambini. I visi dei bambini sono le cose più carine e gradevoli che si possono ammirare sui quotidiani. Ma pixelate il bimbo oppure rischiate sanzioni. I figli di Matteo Renzi vanno in Parlamento tutti orgogliosi del loro papà e vorrebbero essere riconosciuti dai loro compagni nelle foto dei quotidiani. Niente. Tutti pixelati. Ma nessuno si sogna di pixelare i bambini della scuola Colletti di Treviso che Matteo Renzi è andato a trovare appena eletto. Io non riesco a capire perché bambini bellissimi debbono essere così sfregiati dall’elettronica. L’altro giorno un bambino vestito da piccolo papa Francesco è stato preso in braccio dal vero papa Francesco in piazza San Pietro. Temevo l’arrivo dei pixel e invece no. Allora ho fatto una piccola ricerca ed ho scoperto che i bambini baciati dal papa non vengono pixelati. Qual è la regola? Non si sa. Ma il buon senso direbbe che il politicamente corretto, quando si esagera, è una gigantesca pirlata.
PS Ultime notizie: hanno pixelato anche il piccolo papa Francesco.

[csf ::: 09:05] [Commenti]
Share