Come ha accolto l’onorevole Mario Segni la proposta di Berlusconi di dar vita a un partito unico del centrodestra? L’Italia se lo domandava e lui non l’ha lasciata col fiato in sospeso: “Sono favorevole”, ha detto. Ma ha posto due condizioni sulle quali non è disposto a transigere. La prima è che nel simbolo del nuovo partito ci sia la parola “cristiano”. La seconda è che il leader del nuovo partito sia nominato attraverso le primarie. E con i laici di Forza Italia come la mettiamo con questa eterna voglia di Dc? “Si aprirà il dibattito”. E con Berlusconi come la mettiamo visto che il padrone del centrodestra è lui? “Non escludo affatto che possa essere ancora Berlusconi a guidare il partito. Ma serve l’investitura”. Altrimenti? “Solo a queste condizioni appoggeremo il premier”. Ma si può? Nell’entourage del Premier sono preoccupatissimi.

[csf ::: 12:18] [Commenti]
Share