Sandra Milo io me la ricordo immersa in una vasca da bagno, nuda, coperta solo di garofani rossi. Così, spiritosamente, voleva commentare il suo amore per il partito socialista e per il suo leader Bettino Craxi. Sandra è fatta così. Ha sempre avuto un debole per i leader. E così non deve sorprendere se a Buona Domenica ha confessato che si è innamorata anche di Enrico Berlinguer. “Sono andata nel suo hotel, a Venezia, e l’ho atteso fino alle tre di notte”, ha raccontato a Paola Perego. “Quando è arrivato ci siamo guardati a lungo mentre saliva dal porticciolo e tutto è iniziato da lì”. Tutto è iniziato da lì, dal lungo sguardo che Enrico ha scambiato con Sandra mentre saliva dal porticciolo di Venezia. Io avrei voluto indagare su quale fosse il porticciolo di Venezia del quale Sandra Milo stava parlando. Ma ho lasciato perdere perché Sandra continuava con le sue rivelazioni. A 16 anni si era già innamorata di un altro grande mito del comunismo internazionale. Nientemeno che Karl Marx. Ma mentalmente, ha precisato Sandra che sa fare i conti dei lustri e dei secoli. Io non mi perderò la prossima puntata di Buona Domenica. Paola Perego le chiederà sicuramente di fare uno sforzo e di tentare di memoria. E Sandra, sempre più commossa, ricorderà di quando, salendo la scalinata del Campidoglio, scambiò uno sguardo di fuoco con Numa Pompilio. Tutto cominciò da lì, spiegherà Sandra pregando Paola di non chiederle di più. Anche la memoria ha un limite.

[csf ::: 08:37] [Commenti]
Share